lunedì, dicembre 28, 2009

Recensione Irex Iliad (1a edizione)

Ho recentemente acquistato tramite simplicissimus questo magnifico lettore di e-book (ad un prezzo fortemente scontato), la scelta è caduta su di lui principalmente per un solo motivo: la dimensione del display.



Infatti, a differenza di altri, questo lettore ospita uno schermo da ben 8 pollici con tecnologia e-ink a 16 tonalità di grigio e una risoluzione di 768x1024 pixel.
A suo favore dispone di una penna wacom per scrivere, questo significa due cose:


  • non è un dispositivo touchscreen, senza pennetta non potete usare le caratteristiche touch

  • non ha strati aggiuntivi al di sopra dello schermo e-ink e quindi non avrete problemi di riflessi


Come si può vedere dall' immagine qui sotto è molto sottile, molto più di un libro anche se come peso è di poco più leggero (pesa circa 450 grammi)






Sicuramente in un e-book reader conta come prima cosa la leggibilità del testo, ed è questo il punto di forza dell’ Iliad, la grandezza del monitor, e l’ ottimo supporto di base ai pdf, permette di leggere in maniera agevole questo formato.
E' possibile zoomare, ed effettuare il pan (lo spostamento) del pdf usando il pennino, è possibile anche vedere il pdf in landscape, inoltre aprendo un qualsiasi documento si ricarica l' ultima pagina visitata
Molto comoda la funzione di annotazione sui pdf tramite pennino per prendere appunti mentre si legge.



Oltre al pdf il lettore supporta una manciata di altri formati utili quali testo (.txt) e pagina web(.html) quest’ ultima utilizzando minimo (la build di firefox per dispositivi pocket) e mobipocket (.prc) supporta inoltre immagini e permette di annotare su di esse (jpeg,bmp e png)



Dispone di piccole casse integrate (e uscita cuffie ;) ) e ha il wifi integrato (supporta fino al WPA 1)



Inoltre è possibile interagire con il sistema operativo sottostante (linux) per installare applicazioni, ce ne sono poche ma buone, le più utili sono sicuramente:
pViewer : un lettore pdf alternativo che permette di fare il reflow del testo contenuto in un pdf anziché usare lo zoom normale contenuto nel lettore di default
iNewsStand: permette di sincronizzarsi con il proprio account feedbooks (gratuito) per scaricare diverse news da internet come fossero giornali (basta un feed rss)
FBReader che permette all’ Iliad di supportare svariati formati aggiuntivi
la triade calendario – agenda contatti e todo list
sono disponibili inoltre per gli smanettoni un file manager, una shell, un server ssh
ed altri ancora che si possono reperire a questo indirizzo



Diverse persone hanno messo mano ai sorgenti del lettore pdf di base (ipdf) creando delle modifiche ad hoc ed è possibile usare questi lettori andando a sostituire l’ originale con uno di questi (consiglio di utilizzare questo script da me creato prima di procedere all’ installazione di un lettore diverso)



L’ interfaccia grafica è pensata per poter accedere ai vari menù utilizzando semplicemente i tasti funzione dell’ Iliad, evitando di usare il pennino per risparmiare batteria e non dover staccare le mani dal dispositivo.






Il pennino risulta comunque utilissimo per interagire con le finestre dei vari programmi aggiuntivi e per prendere note sui pdf o sulle immagini, con un precisione che è ottima.



Parliamo ora dei difetti:
Una durata della batteria breve rispetto ad altri dispositivi e, in particolare, della seconda versione dell’ Iliad anche se per una persona normale, ovvero che legge soprattutto alla sera, o in pausa pranzo, il difetto è “poco sentito”, nel senso che ci si può veramente godere di lunghe sessioni di lettura senza paura che la batteria si esaurisca, e comunque il lettore è utilizzabile mentre è in carica (anche se, per colpa dell’ adattatore, potrebbe risultare un po’ scomodo se non si ha una presa vicina) e una carica si completa in circa 3 ore.



Come tutti i dispositivi di questo tipo esiste un effetto di persistenza residua a video (chiamato effetto ghosting), faccio però notare che è praticamente impercettibile mentre si legge, infatti il problema è maggiore quando il display usa tutta la gamma di grigio (per esempio per mostrare un’ immagine) e subito dopo si passa in una pagina normale (scritte nere su pagina bianca), oppure quando ci sono grosse intestazioni scure e la pagina successiva ha un carattere più piccolo, ma tra una pagina e l’altra di un testo questo effetto è nullo o praticamente impercettibile.



Il difetto più grande è forse il fatto che la barra a sinistra può risultare scomoda per persone che hanno difficoltà ad usare la mano sinistra;
si riesce comunque ad utilizzare il dispositivo però si deve appoggiarlo per cambiare pagina.



L’ iliad sembra attirare la polvere e di conseguenza, inevitabili ditate



Il software base dell’ Iliad è scarno, ma con un paio di link è facile sapere quali applicativi installare e la procedura da eseguire per installarli, che richiede però alcune conoscenze tecniche che per alcuni può essere un ostacolo.


Ma passiamo ora alle cose interessanti, ovvero come si vede nell' Iliad:

Questa è la pagina iniziale del romanzo "Abissi d' acciaio" di Isaac Asimov così come viene visualizzata con il lettore di default (da notare un leggero effetto ghosting, non vi preoccupate, la fotocamera è più sensibile dell' occhio umano :P ):






Zoomando attorno al testo si vedrà così:






Mentre usando il lettore ipdf fullscreen, usando lo stesso zoom si vede in questo modo:






Siccome usare il pan è molto scomodo non vi mostro lo zoom su una porzione di testo (che comunque è perfetto), invece vi propongo come si vede utilizzando pViewer con il livello 1 di zoom (a livello 0 è identico alla prima immagine)






pViewer livello 2 di zoom







pViewer livello 3 di zoom






pViewer livello 4 di zoom





Conclusioni:


Monitor molto grande che permette un lettura agevole anche se perde la tascabilità (ma è sempre pur meglio di portarsi addietro un netbook solo per leggere), scarsa durata della batteria (anche se esiste il metodo per potenziare la batteria perdendo ovviamente la garanzia), pennino per scrivere e annotare sui pdf ma pochezza di software di base (nessun supporto ai segnalibri multipli, nessun supporto al fullscreen) fanno dell' Iliad un lettore ebook formidabile per gli smanettoni, ma un po fastidioso, soprattutto all' inizio per i neofiti che non hanno voglia di cercar in internet come colmarne le lacune e che preferirebbero solo accendere e leggere.

Posta un commento